Casale Fontiloro

2

Dove?

Indirizzo Casale Fontiloro
Comune: Vejano - Frazione: Località Fontiloro snc
Indirizzo: via Località Fontiloro
Località Fontiloro, , Vejano, Lazio, Italia
La mappa è puramente indicativa, la reale posizione potrebbe differire da quella mostrata.

Chi contattare?

Contatti Casale Fontiloro
Per vedere questo contenuto fai login
oppure accedi al sito come utente.

Che cosa mi devo aspettare?

Informazioni su Casale Fontiloro
Tipo di destinazione: Reparto, R/S, Adatta per un campo estivo
Posti letto / capienza:
Quota per uscita:
Spazi: Spazio per fuoco, Spazi grandi esterni, Bosco vicino
Altro: Raggiungibile in auto, Raggiungibile in pullman, Raggiungibile in treno, Sentieri/giri in montagna vicini, Disponibilità legna, Acqua potabile, Fiume
Descrizione dell'autore: Casale Fontiloro è una piccola proprietà privata di ca 7 ettari con prati, bosco (cerri, lecci, roverelle, felci e pungitopo) e corsi d'acqua, collocata nella provincia di Viterbo (Comune di Vejano). Dista da Roma ca 70 km e da Viterbo ca 40 Km ed è raggiungibile dalle vicine località di Oriolo Romano e Vejano.
Si trova in una valle con quota 300 mt. s.l.m. La zona circostante, isolata e tranquilla, ha una estensione di migliaia di ettari, con andamento collinare, con pascoli e boschi, percorribili a piedi, a cavallo e con il fuoristrada.
Per queste sue caratteristiche è il luogo ideale per chi è in cerca di tranquillità, libertà, ampi spazi ed autonomia, completamente immersi nella natura.

Leggi anche le recensioni qui sotto!

Valutazione - Questo luogo ha 2 recensioni

Voto degli utenti 1.8
  • Rapporto qualità-prezzo 2.5
  • Posizione 1.0
  • Gestore 1.5
  • Spazi esterni 3.0
  • Spazi interni 1.0
Qualcosa non torna nei dettagli del luogo? Vuoi aggiungere dei dati mancanti? Sei il gestore del luogo? Clicca qui!
Condividi

2 commenti

  1. Abbiamo dovuto aspettare per più di un ora l’arrivo del proprietario, la casa (che doveva essere stata ristrutturata proprio per gli scout) altro non è altro che un capanno degli attrezzi, carente persino di una pavimentazione adeguata. Il “riscaldamento” e la “cucina” descritti dal proprietario sono in realtà un unico fornellone, per altro rotto, con due bombole, che al nostro arrivo abbiamo scoperto essere anche scariche; le “brandine per i ragazzi” sono 4 materassi bagnati e mangiucchiati schiaffati in un angolo del piano superiore. La struttura è totalmente priva di illuminazione e riscaldamenti, è abbandonata, decisamente non adatta all’accantonamento invernale. L’edificio è freddo, umido, disordinato, e lurido (ad ogni angolo ci sono pentole sporche con muffa dentro e avremmo dovuto dormire su un pavimento pieno di escrementi di topi, piccioni o pipistrelli). Per arrivare i ragazzi hanno dovuto attraversare un fiumiciattolo (molto pericoloso a mio parere) di qualche millimetro secondo le descrizioni del proprietario ma che in realtà arrivava fino ai polpacci di noi capi. Fatte notare in maniera assolutamente cortese le mancanze al proprietario, che era stato forse distratto (a voler essere ottimisti) mentre prendevamo accordi, si è persino arrabbiato con noi sottintendendo “questo è, questo vi beccate”.
    L’edificio è disperso nel nulla, non c’è ne campo ne qualcuno a cui fare riferimento in caso di emergenze. Ho avuto modo di vedere delle belle aree verdi intorno alla casa, ma in nessun modo le parole del proprietario descrivono le reali condizioni del capanno.

    2/5

    1/5

    1/5

    3/5

    1/5

  2. Il proprietario non è stato puntuale e inoltre impreciso nelle indicazioni. Per arrivare al posto non vanno seguite le indicazioni che potrebbe fornirvi google, è necessario guadare un fiume con un trattore per raggiungere il posto. Potrebbe essere un bel posto per uscite estive ma assolutamente sconsigliato per le uscite nei mesi “freddi”. Ci è stato detto che potevamo dormire tranquillamente in un posto al chiuso definito “base scout”, Il casale è in totale stato di abbandono, al piano superiore ci sono materassi rovinati, lavatrici rotte, mobili distrutti, escrementi di ratti e piccioni. Il piano inferiore è pieno di oggetti buttati lì come se fosse una discarica, bombole di gas, fornelli rotti che mettono a rischio le persone e spazzatura ovunque. Quando siamo andati con il reparto ha piovuto molto e il posto fuori era completamente allagato, il casale (che definirei più propriamente stalla) ha iniziato a riempirsi di acqua che usciva dal soffitto e dalle pareti. Per tornare abbiamo dovuto cercare una strada alternativa perché il fiume era in piena, abbiamo percorso circa 67 km per arrivare a Vejano. Il proprietario non chiede un prezzo fisso per l’ospitalità ma preferisce che gli venga dato tanto quanto a seconda dei capi merita il posto.

    3/5

    1/5

    2/5

    3/5

    1/5

Lascia una recensione